L’Italia ha presentato 11 Programmi Operativi Nazionali (PON) cofinanziati dal Fondo Sociale Europeo (FSE) e/o dal Fondo Europeo di Sviluppo Regionale (FESR). Le Regioni e le Province autonome hanno presentato 39 Programmi Operativi Regionali (POR).

Eccezion fatta per Calabria, Molise e Puglia che hanno optato per il POR plurifondo, le restanti Regioni e Province autonome prevedono due distinti programmi relativi al FSE e al FESR.

L’accordo concerne l’intero territorio nazionale suddiviso in base a una zonizzazione delle Regioni determinata dal PIL pro capite rispetto alla media del PIL UE 28:

  • regioni meno sviluppate (Basilicata, Calabria, Campania, Puglia e Sicilia);
  • regioni in transizione (Abruzzo, Molise e Sardegna);
  • regioni più sviluppate (restanti regioni del Centro-Nord).

Il suddetto accordo è articolato sugli 11 obiettivi tematici del Quadro Strategico Comune:

  • OT1 – Ricerca e innovazione
  • OT2 – Tecnologie dell’informazione e della comunicazione (TIC)
  • OT3 – Competitività delle Piccole e Medie Imprese (PMI)
  • OT4 – Transizione verso un’economia a basse emissioni di carbonio
  • OT5 – Adattamento ai cambiamenti climatici e prevenzione e gestione dei rischi
  • OT6 – Tutela dell’ambiente ed efficienza delle risorse
  • OT7 – Trasporto sostenibile e rimozione delle strozzature nelle principali infrastrutture di rete
  • OT8 – Occupazione e sostegno alla mobilità dei lavoratori
  • OT9 – Inclusione sociale e lotta alla povertà
  • OT10 – Istruzione, competenze e apprendimento permanente
  • OT11 – Potenziamento della capacità istituzionale e amministrazioni pubbliche efficienti.